ICad 3D+ di Inescop ora disponibile anche su qualsiasi piattaforma web

In questa news parliamo di

RED 21, S.L.

Guarda il profilo dell'azienda →

ICad 3D+ è il primo software per il design e la modellazione di calzature che integra nello stesso programma due ambienti di lavoro, uno virtuale in 3D e uno tecnico in 2D, che lavorano in parallelo e simultaneamente. Oggi i modelli 3D possono essere visti e modificati nei materiali e colori anche su web.

ICad 3D+ si presenta come la migliore alternativa virtuale al tradizionale processo di progettazione e creazione di modelli di scarpe, riducendo considerevolmente le risorse da impiegare in tale cruciale processo, dal punto di vista del tempo, dei materiali e delle persone.

Poter progettare, creare e modificare modelli di calzature, parallelamente e simultaneamente in 3D o 2D con assoluta affidabilità e precisione rappresenta un vantaggio incredibile. Poter realizzare spianamenti di qualsiasi forma, compresi stivali e stivaletti, con totale precisione, e poterli modificare con un solo semplice “click” sia nella versione spianata sia sulla versione 3D, evitando la ripetizione dei processi, è davvero un plus inimmaginabile fino a qualche anno fa. Progetti per cui si possono poi creare o importare suole, tacchi, ornamenti e accessori in modo rapido e semplice, grazie alla sua interfaccia intuitiva. E infine personalizzare e ottenere immagini iper-realistiche, comparabili a una fotografia di modelli di scarpe reali. 

ICad 3d+ è il risultato di più di 30 anni di esperienza nello sviluppo di prodotti CAD-CAM di INESCOP, che grazie anche alla stretta relazione con le aziende del settore, ha potuto sviluppare programmi informatici adatti alle reali esigenze degli operatori del comparto.

Lavorare con ICad 3d+ è molto semplice e intuitivo. I primi passi richiedono di importare una forma digitale, preparare questa forma per il disegno del modello e iniziare a disegnare sulla forma stessa. Si può poi scegliere di lavorare su uno dei due ambienti di lavoro di ICad 3D+, sia nell’ambiente virtuale 3D (creando fondi e tacchi, aggiungendo volumi e spessori, creando accessori, ecc.), sia nell’ambiente tecnico 2D (creando spianamenti, modelli, scalature, ecc.), potendo passare da un ambiente all’altro in qualsiasi momento.

Tutto questo è oggi reso ancora più semplice grazie a una importantissima novità presentata durante SIMAC 2021: una volta finalizzato il modello, questo può essere esportato su un server cloud e reso disponibile online per essere visualizzato e modificato su qualsiasi browser Internet e su qualsiasi device (da un computer Windows fino a un iPhone).

È possibile visualizzare il rendering 3D esattamente identico a come lo vedrei all’interno del programmo ICad 3d+. Ed è anche possibile interagire con il modello stesso fino al punto di modificarne i materiali, in base alla configurazione di base preimpostata in fase di progettazione, che può prevedere anche alcuni automatismi interessanti (per esempio: se dovessi scegliere una suola di colore rosso, potrei aver programmato di cambiare di conseguenza il colore dei lacci e di alcuni dettagli della tomaia in automatico, rendendoli coordinati con la mia nuova scelta stilistica).

La possibilità di personalizzare i modelli per quanto riguarda materiali e colori può basarsi su una libreria di materiali caricata da ogni singola azienda, oppure attingere a librerie messe a disposizione dagli stessi fornitori di materiali.

La piattaforma consente anche di gestire la personalizzazione degli accessi in modo tale da gestire al meglio a quali modelli e a quali materiali ogni cliente può avere accesso.

Un deciso passo in avanti dell’intera piattaforma ICad 3D+ che così rende molto più semplice la comunicazione e il processo decisionale fra soggetti che devono valutare da remoto lo sviluppo di prototipi e collezioni.

INESCOP at Simac Tanning Tech 2021