Controllo qualità e tracciabilità, continua a migliorare il sistema messo a punto da Brustia Alfameccanica e BAT

In questa news parliamo di

BRUSTIA-ALFAMECCANICA SRL

Guarda il profilo dell'azienda →

Nuove soluzioni tecniche Industria 4.0 per calzaturifici e pelletterie con particolare riferimento al controllo qualità e tracciabilità produzione/magazzino: linea MM e sistemi RFID

Sempre più stringenti le richieste del mercato a cui Brustia Alfameccanica vuole rispondere fornendo soluzioni valide in grado di tracciare il ciclo di vita dei prodotti, automatizzare il processo produttivo, certificare l’origine del prodotto, ottimizzare il controllo qualità associandolo in modo univoco al prodotto controllato, effettuare una gestione facile e veloce del magazzino.

INTELLIGENZA ARTIFICIALE PER IL CONTROLLO QUALITÀ

Una delle strategie vincenti che Brustia Alfameccanica sta adottando per andare incontro ai bisogni della produzione calzaturiera e pellettiera è migliorare sempre di più il suo già ottimo sistema automatizzato di controllo qualità MM700/MM500.
Questi strumenti consentono una accurata analisi non distruttiva finalizzata al rilevamento di oggetti metallici quali chiodi o graffette ecc. che ne potrebbero pregiudicare la qualità.
La tecnologia dei raggi X, già diffusa in altri settori, è in grado di rilevare corpi estranei, così come verificare la conformità dei prodotti ispezionati.

Meccanica all’avanguardia, software performante e intuitivo, evidente robustezza ed estrema semplicità d’uso. Caratteristiche cruciali a cui oggi Brustia Alfameccanica aggiunge l’Intelligenza Artificiale. Il primo prototipo, presentato durante SIMAC 2021, ha messo in luce le enormi potenzialità di questa innovativa tecnologia nel supportare l’operatore durante la ricerca di difetti, facilitando l’intero processo grazie anche al non essere più costretti a posizionare i prodotti in modi specifici.

LA DIGITALIZZAZIONE DELLE FABBRICHE CON SISTEMI RFID

Anche la digitalizzazione delle fabbriche è un tema sempre più in primo piano. E anche in questo caso l’azienda vigevanese, grazie alla sua start-up BAT, ha elaborato le sue proposte di soluzione. 

Un sistema integrato in grado di identificare univocamente gli oggetti tramite tag a radio-frequenze (RFID). Acronimo inglese di Radio Frequency Identification, la tecnologia RFID di identificazione automatica eÌ basata sulla propagazione nell’aria di onde elettromagnetiche, consentendo la rilevazione automatica (hands free), massiva e a distanza di oggetti sia statici che in movimento. 
Sfruttando le informazioni trasmesse e ricevute da questi circuiti si eÌ in grado di automatizzare e tracciare le fasi produttive e logistiche di ogni singolo prodotto.
Ottimizzare le fasi della produzione, assicurare la tracciabilità dei prodotti, facilitare i controlli di qualità, migliorare la gestione del magazzino, sono solo alcuni dei vantaggi offerti dal sistema tecnologico messo a punto da BAT.

Tutte soluzioni, quelle proposte da Brustia Alfameccanica, in linea con i principi di sostenibilità e risparmio energetico tanto importanti per assicurare un futuro al pianeta.