Per cardare pelli pesanti c’è il nuovo brevetto ITALFRESE

In questa news parliamo di

Italfrese s.r.l.

Guarda il profilo dell'azienda →

Utensile cardatore per calzature brevettato e unico nel suo genere. L’articolo ‘Covid’, nato nell’aprile del 2000 proprio durante il lockdown, è utile per cardare la tomaia di suole a scatola destinate al mondo sneaker. Un utensile che può essere utilizzato da classiche macchine manuali, così come da macchinari automatizzati, come bracci robotici antropomorfi. Grazie a un insieme di leve ancorate al corpo dell’utensile, i denti adibiti alla cardatura non girano su se stessi quando incontrano la resistenza della tomaia, ma assolvono al loro compito di offrire una cardatura più veloce e in grado di trattare anche le pelli più pesanti (di solito utilizzate per scarpe da lavoro o da montagna, fino a 5 millimetri di spessore). Una lavorazione solitamente manuale che comporta una decina di passaggi senza che si ottengano i medesimi risultati dell’innovativa soluzione sviluppata da Italfrese.