Officine di Cartigliano: “Ci abbiamo messo il ‘cuore'”

In questa news parliamo di

Officine di Cartigliano S.p.A.

Guarda il profilo dell'azienda →

L’azienda ha festeggiato i suoi 60 anni allestendo uno stand-museo a Simac Tanning Tech 2021.

Al Simac Tanning Tech 2021 Officine di Cartigliano ha voluto festeggiare il suo 60° anniversario di attività creando il “Cartigliano Museum”, un grande spazio espositivo costruito come un percorso dove la storia e il futuro si sono incrociati. 

All’ingresso dello stand era posizionato il “cuore” del Sottovuoto: un grande macchinario aperto in cui erano visibili tutte le componenti tecnologiche del sistema sottovuoto, che rappresenta lo stato dell’arte di questa tecnologia per essiccare le pelli inventata proprio da Cartigliano nel 1961 e da allora continuamente perfezionata. 

Accanto era esposta la foto del suo “capostipite”, un impianto datato 1967 ed ancora funzionante presso un cliente,  Il percorso proseguiva quindi con l’estrusore dell’essiccatore fanghi EFT, il Palissone mod. 416 Nero e il nuovo impianto a radiofrequenza (prima per il crust e ora per il finishing). Impianti all’avanguardia che rappresentano le tecnologie di punta nel settore.

Perché creare un museo in fiera?

“Ci è sembrata la scelta migliore per festeggiare un anniversario importante rendendo omaggio ai clienti e soprattutto spiegare cosa eravamo, cosa siamo e cosa diventeremo perché l’innovazione non si ferma mai”

spiega l’amministratore delegato di Cartigliano, Laura Bertacco.

La passeggiata nello stand-museo racconta di un’azienda che dal 1961 opera nel settore conciario dove è diventata leader nella progettazione e costruzione di macchinari per l’essiccazione e condizionatura della pelle.