Il centro Maersk migliora la logistica per abbigliamento e calzature etiopi

I due grandi shock che si sono succeduti negli ultimi tre anni, la pandemia da Covid, prima, e l’invasione russa dell’Ucraina, dopo, hanno comportato forti pressioni sulla catena di approvvigionamento sia per la carenza di materie prime, sia a causa di problemi logistici. Queste strozzature hanno raggiunto un picco a fine 2021, secondo il Global Supply Chain Pressure Index, un indice che integra una serie di indicatori, che spaziano dal costo di trasporto alle difficoltà logistiche e al sentiment degli operatori, con l’obiettivo di fornire una sintesi completa delle potenziali strozzature delle catene di fornitura globali. Dall’indice composito emerge recentemente un allentamento delle tensioni, segnalando che le pressioni sulla catena di approvvigionamento globale, sebbene siano ancora estremamente elevate, non siano peggiorate ulteriormente. Nei prossimi mesi una normalizzazione incompleta, con possibili nuove interruzioni, appare come lo scenario più probabile.

Articoli aggiornati il 28 ottobre 2022

Il centro Maersk migliora la logistica per abbigliamento e calzature etiopi. Maersk (Maersk) e Freighters International (PABOMI) hanno annunciato l’apertura di un centro di consolidamento a Modjo Dry Port, in Etiopia. La struttura polivalente aiuterà a semplificare e ottimizzare le catene di approvvigionamento dei clienti di abbigliamento e lifestyle, risparmiando sui costi, riducendo la velocità di immissione sul mercato e rafforzando la competitività. [Maersk launches new multi-purpose centre in Ethiopia – Port Technology]. (Leggi di più)

Articoli aggiornati il 21 ottobre 2022

WCO e UNCTAD migliorano la digitalizzazione della catena di approvvigionamento. L’Organizzazione mondiale delle dogane (WCO) e la Conferenza delle Nazioni Unite sul commercio e lo sviluppo (UNCTAD) hanno firmato un Memorandum of Understanding (MoU) per promuovere la digitalizzazione, facilitare il commercio e migliorare il controllo doganale in tutto il mondo. (Leggi di più)

Articoli aggiornati il 10 ottobre 2022

“Siamo a pieno regime e al momento non c’è più spazio per produrre”: la Spagna affronta l’impossibilità del reshoring nonostante la domanda. La domanda di rilocalizzazione della produzione di calzature dall’Asia alla Spagna è in crescita, raccontano gli intervistati da @PublicationsEdm, ma nel Paese iberico manca la capacità necessaria per aumentare significativamente la produzione, mentre le esportazioni di scarpe di fabbricazione spagnola sono tornate ai livelli pre-pandemia. [How reshoring to Spain is being hampered by labor and capacity shortage – Shoe Intelligence]. (Leggi di più)

Articoli aggiornati il 3 ottobre 2022

Si fa sempre più difficile la triangolazione commerciale dei prodotti europei diretti in Russia con paesi terzi non aderenti alle sanzioni. Il Kazakistan ha iniziato a trattenere i camion russi trasportanti merci sanzionate dall’Unione Europea. [Казахстан начал задерживать российские фуры с грузом из Европы – nko.iz.ru]. Dopo Turchia, Vietnam e Kazakistan, anche l’Armenia smette di accettare carte di pagamento del circuito russo Mir. [Russian media: Armenia, Vietnam and Kazakhstan suspend use of Russian Mir cards – Kyiv Independent]. (Leggi di più)

Articoli aggiornati il 26 settembre 2022

Nuovi collegamenti marittimi e ferroviari tra Vietnam e Russia. Recentemente è stato inaugurato il collegamento tra il passaggio merci marittimo che collega il Vietnam e Vladivostok in Russia e un percorso ferroviario Vladivostok-Mosca. Il collegamento utilizza un meccanismo di sicurezza digitale, che consente ai clienti e alle relative agenzie di tracciare in tempo reale le merci trasportate lungo il percorso e consente l’implementazione dello sdoganamento delle merci anche all’ultima fermata a Mosca. [Vietnam – Russia sea, rail transport routes connected – baoquocte.vn]. (Leggi di più)

Articoli aggiornati il 23 settembre 2022

Supply chain delle calzature negli USA: Cina, Vietnam, Indonesia, Cambogia e India. Cina e Vietnam sono insieme per una quota delle importazioni statunitensi di calzature dell’81,6% nel periodo gennaio/luglio. Poi viene l’Indonesia, con le spedizioni aumentate del 51,8% a 115,26 milioni di paia. Solidi guadagni sono stati registrati anche dalla Cambogia, in crescita del 54,8% a 49,48 milioni di paia, e dall’India , in aumento del 51,3% a 24,6 milioni di paia. Così @SourcingJournal commenta l’aumento del 26,4% per le calzature importate negli USA. [Pace Slows, but US Footwear Imports Rise 26.4% Through July – SJ]. (Leggi di più)

Articoli aggiornati il 13 settembre 2022

Carenza globale di semiconduttori. Tra le ragioni dell’alta inflazione degli ultimi mesi, c’è la carenza di componenti elettronici, diventati sempre più rari a causa della globalizzazione della domanda a fronte di una forte concentrazione dell’offerta. Taiwan, infatti, copre oltre due terzi della produzione mondiale. Alessia Amighini tratta l’argomento su @lavoceinfo. [Taiwan, la capitale mondiale dei chip – lavoce.info]. (Leggi di più)

Articoli aggiornati il 25 agosto 2022

Guerra d’invasione in Ucraina: grande impatto su imprese e catene del valore. Sulle conseguenze indirette della guerra, come quelle economiche con l’aumento dell’inflazione: nel Regno Unito il primo sciopero in 30 anni dei lavoratori del porto di Suffolk [Felixstowe: Dock workers strike for first time in 30 years – BBC]. (Leggi di più)

Articoli aggiornati il 27 luglio 2022

Logistica: sta migliorando la catena di fornitura, grazie all’eccesso di offerta di container. L’eccesso di offerta di container sta contribuendo al crollo dei prezzi del mercato dei container di seconda mano, secondo una nuova analisi di Container xChange. [6 Million Extra Containers Are Flooding the Global Supply Chain – SJ]. (Leggi di più)

Articoli aggiornati il 7 luglio 2022

Il titolo Nike in ribasso negli Stati Uniti per i timori di recessione e l’instabilità della catena di approvvigionamento. Il titolo Nike (NYSE: NKE) è scambiato oggi al ribasso nel pre-mercato USA nonostante abbia registrato un aumento degli utili nel quarto trimestre fiscale del 2022. Il titolo sta andando alla deriva verso i minimi da 52 settimane. Inoltre, con una perdita da inizio anno di quasi il 34%, le azioni Nike stanno sottoperformando i mercati e il divario sembra destinato ad allargarsi ulteriormente. Le azioni Nike sono state sotto pressione a causa di problemi con la catena di approvvigionamento. (Leggi di più)

I problemi della supply chain contribuiscono per la metà dell’aumento dell’inflazione negli Stati Uniti. Secondo una nuova ricerca della Federal Reserve Bank di San Francisco, i vincoli di offerta, esacerbati dalla guerra russa in Ucraina quest’anno, rappresentano circa la metà dell’impennata dell’inflazione statunitense, con la domanda che attualmente pesa per un terzo dell’aumento. [Fonte: Bloomberg]. (Leggi di più)

Articoli aggiornati il 8 giugno 2022

Effetti del Nearshoring: aumentano le esportazioni di calzature messicane verso gli USA. Le esportazioni di calzature crescono dopo il rallentamento dovuto al Covid-19, scrive Luces de Siglo. I calzaturifici messicani traggono vantaggio dall’allontanamento delle imoprese statunitensi dalla supply chain organizzata dalla Cina in Asia, secondo il CICEG (Cámara de la Industria del Calzado del Estado de Guanajuato). (Leggi di più)

Articoli aggiornati il 18 maggio 2022

I produttori dovranno presto affrontare problemi di domanda in aggiunta agli scricchiolii della catena di approvvigionamento. Uno spostamento della spesa dei consumatori lontano dai beni potrebbe colpire le aziende che già lottano per assicurarsi le forniture. Prima della pandemia, l’e-commerce faceva sembrare che tutto fosse a portata di mano. Questo documentario del WSJ porta gli spettatori nel viaggio di 14.000 miglia di mesi di un tipico bene di consumo dalla fabbrica alla porta principale per rivelare come il processo sia molto più complesso e vulnerabile di quanto molti di noi immaginassero. (Leggi di più)

Articoli aggiornati il 19 aprile 2022

Dopo la pandemia, le forniture di scarpe dall’Asia agli USA non sono ancora ritornate a regime. Le importazioni di calzature negli USA sono aumentate, nei primi due mesi del 2022, a +29,3% anno su anno, con 432,32 milioni di paia, secondo l’Office of Textiles & Apparel ( OTEXA ) del Dipartimento del Commercio. Se recentemente dalla Cina è aumentato l’import a +40,9%, dal Vietnam è calato a -5% perché i problemi di produzione persistono. [Vietnam Production Still Lagging, Shoe Imports Data Shows – Sourcing Journal]. (Leggi di più)

Articoli aggiornati il 11 aprile 2022

Secondo Deloitte il “Nearshoring” potrebbe risolvere i problemi logistici dell’America. La tendenza verso un maggiore “nearshoring” per alleviare il caos della catena di approvvigionamento globale non è nuova ma è sempre più importante, secondo quanto afferma in video con Yahoo-Finance Paul Wellener, vicepresidente di Deloitte, leader dei prodotti industriali e delle costruzioni negli Stati Uniti. (Leggi di più)

Articoli aggiornati il 29 marzo 2022

Il clima estremo, dalle inondazioni agli incendi, sta martellando sempre più porti, autostrade e fabbriche e sta peggiorando. La pandemia di Covid ha giustamente ricevuto la maggior parte della colpa per gli sconvolgimenti della catena di approvvigionamento globale negli ultimi due anni. Ma l’impatto dei cambiamenti climatici sulle catene di approvvigionamento rappresenta una minaccia molto più grave e si fa già sentire secondo studiosi ed esperti. [Climate Change Is Disrupting the Global Supply Chain Too – Wired]. (Leggi di più)

Articoli aggiornati l’8 marzo 2022

Come la guerra interrompe le catene del valore. Il gigante delle spedizioni Maersk interromperà temporaneamente tutte le spedizioni di container da e verso la Russia, molti legami aziendali con la Russia sono stati sradicati, carte di credito bloccano istituzioni finanziarie russe, investitori tagliano le loro posizioni in Russia, Bitcoin saltato, mentre le catene di approvvigionamento globali affrontano nuove interruzioni e inflazione dei costi. (Leggi di più)

Articoli aggiornati al 26 febbraio 2022

Mentre alcuni dei principali calzaturieri sono ottimisti sul fatto che le pressioni sulla catena di approvvigionamento si possano allentare tra breve, almeno un analista è controcorrente e lancia l’allarme [Top Analyst Downgrades Nike and Foot Locker, Says There’s a ‘Mistaken Belief’ Supply Chain Issues Have Improved – FN]. (Leggi di più)

Articoli aggiornati al 29 gennaio 2022

Nike prevede una serie di contromisure, tra le quali la ferrovia e l’allargamento della rete di distribuzione per migliorare il flusso di arrivi e spedizioni, nel mezzo della crisi logistica e della carenza di materiali, a causa della pandemia. Retail Dive informa che Nike ha adottato un treno dedicato tra Los Angeles a Memphis che chiama “sole train” (unico treno). Ma ha anche aggiunto dei magazzini regionali negli USA e in Europa, e mille “collaborative robots” per smistamento e imballaggio mentre molti lavoratori sono in lockdown. (Leggi di più)

Articoli aggiornati al 2 febbraio 2022

Anche quest’anno peseranno negativamente le crisi sulla catena di approvvigionamento logistico a cui si è assistito nel 2021.
“C’è una fine in vista per l’interruzione della catena di approvvigionamento?”, si domanda il Financial Times che denuncia la profondità della crisi della catena di approvvigionamento globale. (Leggi di più)

Negli Stati Uniti l’amministrazione Biden ha annunciato che investirà sulle infrastrutture per rafforzare la navigazione commerciale, anche espandendo la capacità in alcuni dei porti più grandi e in più rapida crescita della nazione, incluso il porto di Long Beach, per far fluire le merci dalle navi agli scaffali più velocemente. (Leggi di più)