Come tingere i bordi delle parti in pelle consumando pochissima energia con PL Project

In questa news parliamo di

PL PROJECT LTD

Guarda il profilo dell'azienda →

La nuova linea Blue Planet Line necessita di soli 0,0025 kWh,
una soluzione 110 volte meno energivora delle macchine concorrenti attualmente sul mercato.

Oggi, una delle sfide cruciali che le aziende devono affrontare è l’adozione di macchine e tecnologie i cui consumi di energia elettrica siano minimi. Non solo per ridurre i costi di produzione, ma anche nell’ottica di preservare pianeta e ambiente.

Perciò, l’obiettivo principale di PL Project è diventato la creazione di tecnologie e macchine che consumano una quantità minima di energia. Grazie a una ricerca costante e all’utilizzo delle più moderne tecnologie, il team dell’azienda ha creato la Blue Planet Line, una linea di macchine per tingere i bordi delle parti in pelle, che prevede un innovativo sistema di alimentazione a basso consumo, motori elettrici molto efficienti, oltre, ovviamente, all’utilizzo della migliore tecnologia possibile per l’applicazione della vernice.

Una linea caratterizzata da un consumo di energia elettrica estremamente basso: soli 0,0025 kWh, praticamente irrilevante nel computo dei costi del processo produttivo.

La differenza di consumo di energia elettrica tra una macchina tingibordi Blue Planet Line e la maggior parte delle macchine concorrenti attualmente sul mercato è di oltre 110 volte.

In una fabbrica di produzione borse con uno staff di 700 persone sono necessarie circa 100 macchine per la tintura dei bordi. Il consumo medio di una macchina ‘tradizionale’ è di 0,3 kW per ogni ora di lavoro. Possiamo calcolare rapidamente che il consumo totale di 100 macchine sarà di 30 kWh. Lo stesso numero di macchine della linea Blue Planet Line consumerebbe invece solo 0,25 kWh, ovvero meno di una singola macchina di ‘vecchia generazione’. Dall’esempio si deduce anche quanto sarebbe bassa e trascurabile l’impronta di carbonio di una linea di macchine Blue Planet Line.

Le macchine della linea sono progettate stand-alone, così da consentire al produttore di organizzare con totale flessibilità la parte di processo produttivo riguardante la tintura dei bordi delle parti in pelle, acquistando il numero di macchine Blue Planet Line
che meglio soddisfa le sue esigenze.

La linea è composta da tre unità principali indipendenti. La macchina tingibordi, con teste sia orizzontali sia verticali, che è dotata di un sistema brevettato di cambio della testa di tintura che consente l’istantanea sostituzione del colore della tinta con cui si desidera lavorare. La stazione per la manutenzione, che evita che le teste di tintura si secchino quando non sono in attività. L’unità di pulizia, per il lavaggio dei dettagli qualora fossero presenti imperfezioni o macchie a tintura conclusa. La parte macchiata viene fatta passare sul nastro di pulizia, che può essere utilizzato anche per pulire le mani dell’operatore. L’azionamento brevettato del modulo di lavaggio consente di pulirlo e riempirlo in modo estremamente semplice e senza dover smontare alcuna parte.

Fanno parte della dotazione della linea anche altri moduli ausiliari: moduli di alimentazione USB, batterie con timer integrato per la programmazione oraria e corpi illuminanti a LED. Utilizzando un PowerBank (una batteria esterna) si può ottenere un’ulteriore ottimizzazione dei costi energetici, ricaricando i pacchi batteria di notte, quando il costo dell’elettricità è notevolmente inferiore.