Alen migliora ancora il controllo qualità delle pelli e potenzia la stiramocassini

In questa news parliamo di

Alen

Guarda il profilo dell'azienda →

La nuova versione della stiramocassini SA 82 2P abbina manualità e automatismo per lavorazioni più flessibili, mentre la nuova soluzione 4D Vision della AL16 facilità l’individuazione dei difetti della pelle.

La ALEN SA 82 2P è una macchina a due teste operatrici, costruita per soddisfare le esigenze di quei calzaturifici che per le ridotte produzioni, ritengono eccessive le macchine a quattro teste. Una macchina che permette di lavorare direttamente in manovia, poiché stirando un numero alla volta, dà il tempo all’operatore di calzare le tomaie stirate nelle rispettive forme in plastica.

La macchina è inoltre molto semplice da usare e altamente affidabile, il consumo d’aria è molto ridotto come pure ridotte sono le misure di ingombro. 

A tutti questi vantaggi oggi si aggiunge una ulteriore importante miglioria alla sua versione automatica: la possibilità di ruotare la scarpa manualmente così da consentire all’operatore di agire direttamente sul pezzo con il martelletto. Si ottiene così un doppio vantaggio: la flessibilità delle lavorazioni di una stira-mocassini manuale, abbinata alla comodità e precisione della sua versione automatica.

La macchina per il tiraggio della pelle finalizzata al controllo qualità AL16 si arricchisce di un nuovo sistema, definito dall’azienda di Montegranaro ‘4D Visual System’, che consiste nella presenza di un arco mobile che tira ulteriormente la pelle e lavora su tutta la lunghezza del rullo, tendendo l’intera superficie del pellame in ogni direzione e consentendo di controllare i difetti della pelle in modo più preciso in ogni punto.

Un’implementazione importante che va a completare una macchina dalle qualità già molto importanti. Grazie all’analisi preventiva dei difetti del materiale è, infatti, in grado di aumentare la qualità del taglio e, di conseguenza, di migliorare del 30% la qualità generale della produzione. Un sistema che assicura la diminuzione del 90% dei difetti che verrebbero altrimenti evidenziati durante la fase di montaggio.

La sua struttura più ergonomica, abbinata al nuovo sistema ad arco, facilita notevolmente il controllo della qualità dei pellami.